LUNGO IL SENTIERO FIORITO DI SHAKESPEARE

Venerdì 30 giugno alle ore 21:00, al Teatro Ferroviario, va in scena il saggio del laboratorio teatrale organizzato dall’associazione Materia Grigia dal titolo  LUNGO IL SENTIERO FIORITO DI SHAKESPEARE. Il Laboratorio è stato realizzato in collaborazione con la Compagnia La Botte e il Cilindro ed è stato condotto dall’attore Stefano Chessa.

E’ stato un percorso breve, di venti incontri, che ha avvicinato al gioco teatrale un gruppo di nuovi giovani allievi affiancati da altri con alcune esperienze alle spalle. Come sempre accade alla fine di un percorso, si festeggia, ed è con questo spirito che il gruppo di Materia Grigia invita tutti gli appassionati di teatro ad assistere al saggio.

Quest’anno si gioca con Shakespeare ed alcuni monologhi tratti dalle sue opere.

Sulla scena saliranno: Alberto Mancosu, Alessandro Deledda, Alessandro Ginatempo, Andrea Monti, Barbara Coda, Donatella Mancosu, Erminia Fresi, Francesco Uzzanu, Giacomo Galati, Iole Scarduzio, Laura Mulas, Marco Pintus, Maria Grazia Succu, Marialucia Sias, Piera Tirotto, Pietro Sechi, Simonetta Alicicco, Tiziana Sotgiu.

Si tratta di una composizione originale; il pubblico potrà ascoltare monologhi tratti da: “Sogno di una notte di mezza estate”, “Come vi piace”, Le allegre comari di Windsor”, “Riccardo III” ed altre opere ancora. Una serie di personaggi percorreranno un “sentiero fiorito” che li condurrà ad incontrarsi in un luogo non definito, ognuno con la propria urgenza, ognuno con la propria confessione, ognuno con i propri progetti, ma tutti spinti dal desiderio di comunicare.

Shakespeare usa l’immagine del “sentiero  fiorito”, in Amleto e nel Macbeth, per descrivere un percorso che potrebbe essere ingannevole. Un sentiero di primule che allude ad una vita facile e piacevole, una vita edonistica, una vita che porta alla dannazione.

I nostri personaggi lo percorreranno attratti dal desiderio di comunicare, un pubblico li ascolterà.