Prendi la chitarra e vai! di Pier Luigi Cherchi

La Forza delle Parole: suoni, immagini, impressioni di SettembrePrendi la chitarra e vai! di Pier Luigi Cherchi

 


 

Lunedì 16 maggio alle ore 20.30 al Teatro “Il Ferroviario” di Sassari in Corso Vico 14, nell’ambito della rassegna LA FORZA DELLE PAROLE l’associazione Materia Grigia presenta il libro “Prendi la chitarra e vai!” di Pier Luigi Cherchi.

L’attrice Maria Antonietta Azzu dialogando con lo scrittore ci introdurrà nelle atmosfere del racconto. Prendi la chitarra e vai a scoprire il mondo. È l’esperienza che hanno fatto tre giovani sassaresi negli Anni Settanta. L’ambizione di molti ragazzi, allora, era di cambiare il mondo, magari attraverso i messaggi da lanciare a suon di musica.  Estate 1973, il sogno beat è quasi alla fine. Tre ventenni, freschi di studi del liceo Azuni, alle prese con i primi esami della facoltà di Medicina, decidono di imbarcarsi per Genova, e con pochi soldi in tasca e una chitarra nello zaino, decidono di andare in Germania. Destinazione Bochum, un grande centro industriale che accoglie ragazzi e uomini del sud Europa alla ricerca di un lavoro. Nelle squallide baracche ci sono greci, turchi, slavi, spagnoli, calabresi, campani e ovviamente molti sardi. L’impatto dei tre ragazzi con quella dura realtà sociale è scioccante ma molto intensa dal punto di vista umano e culturale. Ma i tre ragazzi, in quella babele multietnica, non si limitano a proporre solo la loro musica.
Da quella straordinaria esperienza autobiografica Pier Luigi Cherchi crea un racconto denso di umanità e di riflessioni.

Pier Luigi Cherchi è Professore Ordinario di ginecologia e Ostetricia presso l’Università di Sassari. Autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche sulle più prestigiose riviste internazionali, si è cimentato sui temi riguardanti i cambiamenti della società contemporanea, dal primo libro “il parto domiciliare nella Sardegna della prima metà del Novecento, Tradizioni e sapere medico” (TAS Edizioni, Sassari), all’analisi della Rivoluzione culturale della Beat Generation descritta nel libro “C’era un ragazzo che come me” e nella sua all’ultima opera pubblicata da “KOMMAEA “Prendi la chitarra e vai!”

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Culturale e Universitaria “Materia Grigia” in collaborazione con la Compagnia Teatro ”La Botte e il Cilindro”, la Libreria  Internazionale ”Koiné”, l’Associazione ”Le Ragazze Terribili”, i “Bertas”, “La Camera Chiara”, il Circolo “Il Vecchio Mulino”.

 Materia grigia è un’associazione culturale e universitaria, che opera in città in collaborazione con l’Università degli Studi di Sassari e l’Ersu e con il patrocinio del Comune e della Provincia di Sassari. Dal 1990 organizza ogni anno il laboratorio “Università e Teatro”. Dal 2010 organizza la rassegna “La Forza delle Parole”.

La Forza Delle Parole è una rassegna per chi ama la lettura, la musica, il teatro, l’arte e lo spettacolo. Durante ogni appuntamento si parla con scrittori, si fa un po’ di musica, si partecipa a laboratori teatrali sui diversi temi proposti di anno in anno. Temi scelti fra quelle correnti e quei protagonisti della scena musicale che, a partire dagli anni 60, hanno lasciato una traccia significativa ed una memoria indelebile nella nostra società. Nel 2010 la rassegna è stata dedicata a Luigi Tenco. Il 2011 vede, invece, in primo piano il Rock Progressive.